STEFANIA
SACCARDI

Elezioni regionali
Toscana
Settembre 2020

Chi sono

Sono stata vicepresidente di Avvocatura Indipendente, vicesindaco a Campi Bisenzio e assessore al lavoro alla provincia di Firenze. Successivamente, sono stata eletta in Consiglio comunale a Firenze, nella lista del PD, ho ricoperto il ruolo di vicesindaco e di assessore al welfare. Welfare e salute sono sempre state le mie priorità, sono stata presidente della Società della Salute di Firenze e, dal 2013 al 2015, vicepresidente della Regione Toscana, per poi essere riconfermata assessore regionale al Diritto alla salute, al welfare e all’integrazione socio-sanitaria nella decima legislatura.

Perché mi candido
Mi candido in Consiglio regionale mettendoci la faccia, la passione e la tenacia che da sempre mi contraddistinguono.
Negli ultimi 5 anni ho lavorato a testa bassa, duramente, con senso di responsabilità e con l’onore e l’onere di occuparmi della salute delle persone.
Sanità, Sociale e Sport deleghe bellissime, ma impegnative.
Vorrei continuare a fare ciò che amo di più, contribuire a costruire, a progettare, a migliorare questa Regione convinta che sia la più bella di tutte.
Questa sono io. Ascolto e lavoro, tanto lavoro.
Sempre con testa e cuore, Stefania

Cosa ho fatto

Con Sporthabile è stato promosso lo sport paralimpico, motore di inclusione e autonomia delle persone con disabilità. Ad oggi in Toscana sono 60 i centri sportivi accreditati e accessibili.

Tengo molto a due progetti che sono nati e si sono rafforzati in questi anni:
- il "recupero alimentare" che ogni anno ci permette di combattere lo spreco di cibo aiutando contestualmente tanti cittadini e
- il progetto "spesa per tutti" che vede coinvolti la Grande Distribuzione, Caritas e Banco Alimentare nella distribuzione di pacchi alimentari.
L' importanza della rete di solidarietà che abbiamo fortemente voluto è stata fondamentale durante i mesi del lockdown per l'emergenza Covid.

Per tutte le famiglie toscane, abbiamo attivato un servizio di sostegno rivolto alla persona anziana nel momento in cui si presenta, per la prima volta, una situazione di fragilità. Un unico punto di riferimento per avere informazioni sui percorsi socio-assistenziali e un sostegno economico per l'attivazione di un rapporto di assistenza familiare con una/un badante.

Dal 2013 la Regione Toscana partecipa al programma nazionale PIPPI con l’obiettivo di innovare le pratiche di valutazione e accompagnamento delle famiglie vulnerabili.
La sperimentazione, oltre ad aver consentito di disseminare competenze innovative tra gli operatori dei servizi sociali, socio sanitari e sanitari,
ha permesso di individuare un modello di intervento per le famiglie in difficoltà relazionale e di cura, scientificamente testato, che si va proponendo come riferimento teorico ed operativo dell’intero sistema toscano di Prevenzione, Promozione e Protezione dell’infanzia e dell’adolescenza.

previous arrow
next arrow
Shadow
Slider

Proponi la tua idea per far crescere la Toscana?
Scrivimi!

Tutti i campi sono obbligatori



Elezioni regionali Toscana
Settembre 2020

Seguimi sui canali social